Sal – Mick Kitson

Sal

Autore: Mick Kitson

Anno di pubblicazione: 2018

Editore: Einaudi

Pagine: 236

Amazon: Sal

Sal ha tredici anni e da qualche giorno a questa parte vive in un bosco con la sorellina Pepa, che di anni ne ha dieci. Ha imparato a sopravvivere nella natura guardando tutorial su Youtube e le avventure di Bear Grylls. Ha comprato tutto l’occorrente su Amazon, calcolando ogni possibile imprevisto. Sal e Pepa sono scappate di casa, sono fuggite verso la libertà. Prima vivevano con la madre alcolizzata e col suo fidanzato, Robert. Robert costringeva Sal a fare cose brutte e minacciava di iniziare a farlo anche con la piccola Pepa. Ecco perché ora vivono nel bosco, Sal ha compiuto un reato, un atto di violenza, poi ha preso per mano la sorellina e ha iniziato a scappare. Da quel momento in poi vivono nel bosco, cacciando, costruendo rifugi, accendendo fuochi e assaporando la tanto agognata libertà, una vita priva di paura e dolore. Ora l’unica preoccupazione che hanno è rimanere nascoste e non farsi mai trovare dai grandi.

Mick Kitson ha scritto questo libro per i suoi studenti, perché loro potessero leggere un libro per ragazzi carico di significato, di valori importanti e che parlasse direttamente a loro. Penso che ci sia riuscito in pieno. La storia di Sal è tragica, la sua vita è fatta di tutte le cose più tremende che possono capitare ad una ragazzina di appena tredici anni. Fin da quando era piccola si è presa cura di sua madre e di sua sorella, facendosi carico di una famiglia distrutta. Si preoccupava di dar da mangiare alla sorellina, di arginare le terribili ubriacature della madre e, soprattutto, si è sempre impegnata per fare sì che Pepa non si accorgesse di tutto il dolore presente nelle loro vite. Poi arriva al punto di non ritorno, tutto ciò che lei ha sempre temuto sta per diventare realtà e allora compie un gesto estremo, quello che le renderà una volta per tutte libere. Libere di andare avanti e di stare insieme, farà tutto da sola proprio per questo, perché sa bene che i servizi sociali la allontanerebbero da Pepa.

Questa è una storia di coraggio, di rivalsa. Si parla di rapporto tra essere umano e natura, di come questa possa rappresentare una meravigliosa via di fuga, un luogo sicuro perché lontano dalla civiltà e da tutta la negatività che questa porta con sé. Sal e Pepa sono due protagoniste incredibili, nelle loro brevi vite hanno subito orrori di vario genere, ma non si lasciano andare. Tirano fuori tutto lo spirito di sopravvivenza che è in loro, si fanno forza, insieme e tentano di ribaltare la loro situazione. Sal narra anche del loro rapporto incredibile, di quello che significa avere una sorella, della forza di questo legame. Per Sal Pepa è la persona più importante del mondo, un cucciolo da proteggere, per Pepa invece Sal è la guida, è il porto sicuro, finché rimarranno insieme tutto andrà bene, ci sarà ancora speranza.

La prosa di Kitson va dritta al punto, racconta il meglio e il peggio, senza censurare mai nulla. Questo aspetto è molto raro da trovare in un romanzo per ragazzi ed è quello che ho apprezzato di più. Kitson non aggiunge più orrore del necessario, ma chiama le cose col proprio nome e dice sempre la verità, perché anche i più giovani devono sapere cosa accade nel mondo. Il tutto è narrato dal punto di vista della protagonista, una tredicenne con una conoscenza limitata del mondo, ma allo stesso tempo una grande profondità. Sono rimasta molto colpita dalla capacità dell’autore di rendere la sua voce, è sempre credibile, non ho dubitato neanche per un secondo che fosse lei a parlare.

Insomma, per quanto mi riguarda, “Sal” è una lettura da fare assolutamente, è un’esperienza breve, ma intensa, totalmente immersiva. Non sarete più gli stessi dopo aver terminato questa grandiosa avventura, ve lo garantisco.

Alla prossima

Lux

 

Precedente Fidanzati dell'inverno - Christelle Dabos Successivo Around the world reading challenge