Consigli sconti tascabili Einaudi

Consigli sconti tascabili Einaudi

 

Salve e bentornati tra queste pagine! Da oggi finalmente tornerò ad avere tempo ed energie da dedicare al mio angolo felice di web e la cosa non potrebbe portarmi più gioia. Per cominciare alla grande, anche perché siamo ormai giunti alle porte dell’estate, vorrei parlare di un avvenimento che sono sicura che abbia fatto spuntare un bel sorrisone in faccia a molti di noi: gli sconti Einaudi. Se non lo sapevate, ebbene sì ecco che le case editrici tornare ad attentare ai nostri già vuoti portafogli! Fino al 30 Giugno potete trovare tutti i tascabili Einaudi al 25% di sconto. Se siete un po’ persi e non sapete bene a quale titolo rivolgervi arrivo io in vostro soccorso con questi brevi, ma meritevoli, consigli per gli acquisti.

Bando alle ciance, direi di iniziare subito con la parte davvero interessante e quindi ecco che vi racconto quali secondo me sono tre titoli che dovreste assolutamente recuperare in occasione di questi sconti. In più, come bonus alla fine, vi dico velocemente quali sono invece quelli che sto puntando io.

  • L’Agnese va a morire – Renata Viganò

Non potevo esimermi dal parlarvi, di nuovo, di questo titolo che per me è stata la rivelazione del 2019. “L’Agnese va a morire” si colloca all’interno del filone della letteratura partigiana e racconta della dura, ma incredibile, vita di una corpulenta donna di mezza età, l’Agnese appunto, durante l’occupazione tedesca. Si tratta di uno di quei libri estremamente lineari, la prosa è ridotta all’osso, non aspettatevi fronzoli, sfoggi di stile o cose simili. La Viganò parla forte e chiaro, anzi, spesso quasi omette lasciando a voi lettori lo spazio per capire da soli quello che è accaduto. E’ un libro che vi strapperà il cuore in tanti piccoli pezzettini, ma nella sofferenza vi renderete conto di aver appena letto uno dei grandi capolavori della letteratura italiana. Per me deve entrare nelle librerie di tutti. Trovate la mia recensione completa qui

 

  • L’universo, gli dei, gli uomini – Jean- Pierre Vernant

Ora spostiamoci sul versante della saggistica, dato che Einaudi vanta un bel numero di titoli interessanti anche in questa sezione non posso non nominarne nemmeno uno. Quello che vi propongo è una saggio sulla mitologia greca, di cui vi avevo già parlato tempo fa in un post (here), che definire appassionante è decisamente riduttivo. L’autore era una grandissimo esperto della materia e in questo breve saggio racconta, in ordine più o meno cronologico, tutti gli avvenimenti salienti della mitologia greca. Si parte con la creazione del mondo per poi arrivare al mito di Perseo. Ogni racconto è farcito di interessanti ragionamenti di stampo storico, filosofico e sociologico, che vi porteranno a guardare storie sentite e risentite con occhi totalmente diversi e aggiungeteci anche il fatto che la prosa di Vernant è meravigliosamente piacevole e scorrevole, lo finirete senza rendervene conto. Devo dire altro? Per me dovreste correre ad acquistarlo.

 

  • La ballata di Adam Henry – Ian McEwan

Ho raccontato più volte che il mio rapporto con questo autore è davvero altalenante, passiamo da momenti di amore folle a momenti di odio feroce. Per me scegliere di leggere un suo libro è un po’ come giocare un terno al lotto e spesso e volentieri ormai decido di non rischiare. Stranamente però mi sono buttata su questo libro senza pensarci due volte (sarà stato un sesto senso?) e questa volta è andata più che bene. Insieme ad Espiazione trovo che questo sia uno dei più bei McEwan che io abbia mai letto. La storia è straziante, si parla di Adam, un ragazzino affetto da leucemia che rifiuta le trasfusioni poiché proviene da una famiglia di testimoni di Geova. La sua controparte nel libro è Fiona, un giudice dell’Alta Corte Suprema Britannica, che si trova a dover giudicare il caso di Adam e, di conseguenza, di doverne decidere la sorte. Fiona è uno dei personaggi femminili più interessanti e meglio costruiti a cui io mia sia mai approcciata, mi sono totalmente innamorata del modo in cui è stata caratterizzata. E’ inoltre molto visibile l’accurata ricerca svolta dall’autore per scrivere questo libro, tutto è perfettamente credibile e ben spiegato. Insomma, chapeau a McEwan! Ora gli voglio di nuovo bene, dai. Ah, se la foto del film in copertina vi frena dall’acquisto sappiate che si può togliere, sotto troverete quella solita *sospiro di sollievo*.

 

Eccoci arrivati alla “bonus track”. Vi lascio qui una lista dei titoli che ho addocchiato io e che vorrrei andassero ad unirsi a quelli già presenti nella mia libreria. Non so quali e quanti danni farò entro fine mese dato che, in teoria, sono ancora in un momento no buy perché dovrei prima leggere quello che già possiedo…però non diciamo bugie, so benissimo che cederò ed è molto probabile che il mio strappo alla regola sarà uno di questi titoli:

  • Non fa niente – Margherita Oggero
  • Delitto e castigo – Dostoevskij
  • Una questione privata – Beppe Fenoglio
  • Chesil Beach – Ian McEwan
  • Trilogia di New York – Paul Auster

 

 

Detto ciò auguro buone spese pazze a tutti, raccontatemi cosa avete acquistato e qui ci risentiamo prestissimo!

Fede

 

 

Precedente La canzone di Achille - Madeline Miller Successivo Quattro madri - Shifra Horn